Kosovo Chamber of
Commerce

italianoenglish











 

La storia del Progetto DKFVG

 

La creazione di un “Desk Kosovo” in Friuli Venezia Giulia – finanziato con i fondi della L.R. 19/00 dal Servizio Rapporti Internazionali e Partenariato Territoriale – dà seguito al successo riscontrato con l'attuazione del “Progetto di sostegno a nuove PMI dinamiche in Kosovo”, promosso dalla Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia con i suoi fondi per la cooperazione ed attuato da Informest nel 2006.

Il progetto consente di dare attuazione all' accordo di collaborazione tra la Camera di Commercio del Kosovo (KCC), Informest e le CCIAA di Trieste, Gorizia, Udine e Pordenone, sottoscritto a Pristina il 4 aprile 2006. L'accordo prevede forme diverse ed articolate di promozione e sostegno dei rapporti economici e di cooperazione istituzionale a beneficio dell'ambiente imprenditoriale del Kosovo e del Friuli Venezia Giulia.

Il Desk Kosovo in Friuli Venezia Giulia – DKFVG - intende dare concreta attuazione ai contenuti dell'accordo di collaborazione, basando il proprio intervento sulla volontà dei partner del Friuli Venezia Giulia di “fare sistema” nella messa in opera delle azioni previste, con l ' obiettivo generale di garantire la partecipazione del sistema economico regionale allo sviluppo del Kosovo nella attuale storica fase della sua transizione giuridica ed economica.

Il sistema di informazioni e di relazioni consolidato da Informest in Kosovo, consentirà di mantenere contatti attivi con le istituzioni rilevanti in Kosovo e di proporre con continuità notizie, eventi ed opportunità di collaborazione o di investimento di particolare interesse, fornendo alle imprese interessate adeguata assistenza tecnica e servizi mirati ai loro progetti aziendali.

Le CCIAA regionali partecipano attivamente al progetto con attività di contatto ed animazione delle imprese, di promozione e divulgazione delle opportunità identificate e selezionate e di accompagnamento di tutte le iniziative previste.

 

"il progetto è finanziato con i fondi L.R. 19/00 da Sript (Servizio Relazioni Internazionali e Partenariato Territoriale)"